ANCORA UNA VOLTA ROMA VITTIMA DELLA BATTAGLIA POLITICA. I MANCATI FINANZIAMENTI PER LA METRO C SONO UNO SCHIAFFO AI CITTADINI DI ROMA. SI APRA SUBITO UN TAVOLO PER LA CITTA’ TRA SINDACATI, IMPRENDITORI E CHI VUOLE IL BENE DI ROMA.

COMUNICATO STAMPA DEL SEGRETARIO GENERALE DELLA FILCA CISL DI
ROMA NICOLA CAPOBIANCO

“Siamo fortemente stupiti e contrariati nell’aver appreso della bocciatura dei fondi sul
prolungamento della metro C dalla commissione Bilancio della camera. Si tratta di un
comportamento irresponsabile da parte di chi non ha a cuore il bene di questa città . Un
danno incalcolabile non soltanto per i cittadini Romani, ma anche per l’intero settore
edile”. Lo dichiara Nicola Capobianco, segretario generale della Filca Cisl Roma. “I circa
4,57 miliardi di euro richiesti per la realizzazione dell’opera – spiega Capobianco-
avrebbero permesso di coprire i quadranti nord di Roma ad oggi non serviti dalla metro e
gravemente deficitari nell’ambito dei servizi di trasporto pubblico. Qundici kilometri di rete
metropolitana che servirebbero a collegare al centro di Roma zone come la Farnesina, lo
stadio Olimpico e la via Cassia. Inoltre -continua Capobianco- sarebbe il colpo di grazia ad
un settore, quello edile, già messo in ginocchio dalla crisi e dalla pandemia con
conseguenze devastanti per tutti lavoratori. Un risultato inaccettabile che gli abitanti di
Roma non meritano.
“Soltanto un ripescaggio degli emendamenti può salvare la città da un atteggiamento
dissennato della classe politica che ha penalizzato per l’ennesima volta la Capitale. Si apra
immediatamente un tavolo per Roma -conclude Capobianco- che veda come attori la parte
imprenditoriale e i sindacati, col coinvolgimento di tutte le forze politiche e soprattutto
con chi vuole bene a Roma, ancora una volta abbandonata a se stessa, e per far uscire allo
scoperto i nemici di questa città, che stanno facendo una guerra politica ai danni dei
romani.”

Stampa
Twitter
Visit Us
Follow Me

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *